Ansia

Gestire l’ansia

Spesso ti trovi in preda ad un’ansia indicibile e pensi che nessuno possa aiutarti e che ogni cambiamento sia impossibile.

Non disperare. Ci sono varie possibilità e per ciascuno c’è sempre una via d’uscita. Incomincia da qui.

Le cose che non bisogna fare

– IMPARALE A MEMORIA –

1. Preoccuparsi

2. Cercare rassicurazioni

3. Provare a fermare i pensieri

4. Raccogliere informazioni

5. Effettuare controlli a non finire

6. Evitare le situazioni in cui si prova disagio

7. “Anestetizzarsi” bevendo, assumendo droghe o farmaci, o abbuffandosi

8. Impegnarsi in lunghi preparativi

9. Ricorrere a “comportamenti protettivi” (non devo accettare il rischio)

10. Cercare sempre di fare un figurone (perfezionismo)

11. “Ruminare”: pensare e ripensare a eventi del presente o del passato

12. Ricercare certezze

13. Rifiutarsi di accettare il fatto di avere pensieri “pazzi”

C O S A  F A R E

  • Stabilisci quando serve preoccuparsi e quando no

Il potere della scelta:

  • Dai avvio a un’azione che trasforma la tua inquietudine nell’inizio della soluzione al problema;
  • Per dirigere i tuoi pensieri nel “qui e ora” in quali attività puoi impegnarti oggi ?
  • Per percepire il tuo potere su te stesso datti obiettivi dapprima facili. Una volta raggiunti questi prova a renderli appena più difficili;
  • Ricorda che la perseveranza e il coraggio sono le armi in tuo possesso.

Conviene mettersi subito al lavoro.

Prima di fare una puntura a un bambino:

“Tra poco ti farò una puntura. Sentirai un po’ di dolore.

Tu stringi i denti.

E’ un dolore che sai sopportare benissimo”.

IL DIARIO DEL MIO DISAGIO

Attività sgradite Quando le ho svolte e Come mi sono sentito dopo

ma utili grado di disagio effettivo (in %)

_________________________________________________________________________

1) Esempio:  Giovedì 11        
    Compito:Telefonare a un amico e chiedergli di uscire
    Emozione: Mi sono sentito soddisfatto per esserci riuscito ma o              ra sono in ansia per l'incontro. 
    Il mio dialogo interno: "Cosa penserà di me?"
    Però penso:"se sono riuscito a chiamarlo riuscirò anche ad affr               ontare quello che penserà di me"
___________________________________________________________________
2) Compito: Andare all'appuntamento               
   Emozione: Ha mostrato di capire... Una fatica! 
   Conclusione: Sono soddisfatto e contento.

_________________________________________________________________________

3) Continua tu….

_________________________________________________________________________

4)

_________________________________________________________________________

5

_________________________________________________________________________

6)

_________________________________________________________________________

7)

_________________________________________________________________________

Data

Note