Psicoterapia

Attacchi di panico, ecco il rimedio

La persona afflitta dagli attacchi di panico ha la netta sensazione che non potranno andar via mai. Tuttavia, quando con la terapia strategica egli si accorgerà che non ci penserà più e perciò non avrà più nulla da temere, farà i salti di gioia per lo scampato pericolo. 

Non solo. Si accorgerà che gli stati d’animo che davano origine agli attacchi di panico erano solo qualcosa che temeva perchè non aveva la consapevolezza di esserne lui il protagonista. 

E’ proprio così, siamo noi stessi che ci concentriamo al punto di farceli arrivare. Poi, una volta arrivato l’attacco esercita tutto il suo maleficio fino a farci sentire senza scampo. 

Come si fa per gestire la situazione prima che si inneschi la sequenza micidiale che ti porta all’ossessiva paura di morire?

La Terapia Strategica prevede sia un comportamento quando sentite l’approssimarsi della crisi, sia un mezzo per evitare che accada. 

La prima cosa che dovete fare è procurarvi un notes e una penna e quando sentite l’ansia salire vi fermate o fermate l’auto, tirate fuori il notes e la penna e scrivete quello che state sentendo in quel preciso istante: la data e l’ora, le sensazioni fisiche come il calore, la tensione, il fiatone, il battito accelerato, ecc.; cosa stavate pensando quando è iniziata la crisi. 

I risultati del “diario” dovrebbero essere trasmessi al sottoscritto il quale ne ricava elementi importanti per il prosieguo della terapia. Per questi casi ci sarà bisogno di sole 10 sedute al massimo dopo di che la persona stessa sentirà che non avrà più bisogno di proseguire la cura.

La tecnica che ha stabilito Giorgio Nardone prevede anche che ogni giorno, volontariamente e ogni tre ore per 5 minuti per volta, dovete sedervi comodamente in un luogo riservato e sicuro e pensare a tutto quello che vi può capitare di male se continuate a preoccuparvi in questo modo. Lo dovete fare in modo sistematico e puntuale ogni 3 ore a partire dalle 8,00 la mattina e fino alle ore 23,00.  La prescrizione è categorica. Voi dovete farlo altrimenti non venite a dirmi che il metodo non funziona. 

Mi raccomando, la prescrizione appena data è detta “della peggiore fantasia” ed è assicurato che funziona addirittura fino al 93% dei casi. Coloro che non hanno avuto i risultati attesi vorrà dire che non l’hanno rispettata alla lettera.

Lo ripeto ancora una volta: ogni tre ore a partire dalle 8,00 precise (metterete la sveglia ogni volta) fino alle 23,00 dovete per 5 minuti ritirarvi ed eseguire il compito che vi ho spiegato. Vedrete che funzionerà.

Funzionerà a patto che voi seguiate solo un ultima prescrizione che è questa.

Dovrete, con gradualità, eliminare tutti gli aiuti e gli appoggi che avete richiesti fino a questo momento. Nel dettaglio, dovete fare a meno dell’aiuto del parente sia esso una madre, un figlio, un amante o un amico. Non dovrete farlo subito ma gradatamente nell’arco di due settimane. Quando avrete lasciato il loro sostegno e sarete in grado di fare tutto da soli, allora potrete iniziare il percorso che consiste nelle due prove che vi ho specificato sopra: 1. il cosiddetto “diario” e 2. la peggiore fantasia.

Comunque sarebbe necessario rivolgersi ad uno psicologo che usa la tecnica strategica e questo è possibile reperirlo facilmente. 

 

About the author

dottmancino

dottmancino

Leave a Comment